Pausa Caffè

Cari cooperatori,
vorrei utilizzare la nostra newsletter “Pausa caffè”, per fare una riflessione insieme a voi.

Ai tempi dell’emergenza legata alla diffusione del Coronavirus, l’Italia sembra sospesa e l’assordante silenzio delle strade vuote ci impone riflessioni forzate.
Sentimenti come paura, dolore, preoccupazione e costrizioni sono forti nei nostri pensieri e vacilliamo nell’incertezza. Tutto chiuso, tutti a casa, città vuote. Sappiamo cosa sta succedendo.



Punti di vista: strade vuote, strade piene

Ma le strade vuote delle nostre città possiamo percorrerle e riempirle di valori che conosciamo: speranza, solidarietà,  responsabilità comune, cambiamenti, fierezza, soluzioni creative.
Come in ogni situazione possiamo scegliere di vedere la parte d’ombra e quella di luce, e noi, che siamo abituati a vedere il lato cooperativo, sociale, etico, di valori, anche in questo caso, possiamo continuare ad avere lo stesso sguardo.



Perché siamo e siamo sempre stati in prima fila, giù in strada tra la gente! La cooperazione, la solidarietà, l’etica, sono una scelta di vita e il cuore che batte dietro a questa scelta rimane sempre lo stesso, anche in condizioni difficili, anche da casa.
Sappiamo che è un periodo di sacrifici, ma ci sarà ancora di più bisogno di questo cuore, per esserci.

Probabilmente ci saranno degli aiuti concreti, non sappiamo ancora quanti, non sappiamo come sarò il futuro, ma sappiamo come possiamo affrontarlo. Con quale spirito, con quali speranze, non ultima quella di vedere un mondo con la possibilità di cambiare, dopo questo momento tragico di sospensione.

Con la speranza che sia l’occasione per comprendere degli errori fatti  ed avere l’occasione per attuare soluzioni diverse; un periodo che ha mostrato dove sono i bisogni e dove dobbiamo investire, un periodo che ha tirato fuori valori importanti nelle persone, quei valori che ci hanno contraddistinto in cui crediamo e che fanno parte di noi.
Queste sono le strade che riteniamo giuste, vedremo come affrontarle - insieme ancor di più - al meglio.



Emergenza: fragilità, cure, assistenza

L’emergenza sanitaria è già diventata economica e porterà a un drammatico aumento della povertà.
L’Alleanza contro la Povertà esprime profonda preoccupazione per gli effetti della pandemia di Covid-19 sulle fasce più fragili della popolazione. Sono necessarie, perciò, misure adeguate a sostegno degli attori sociali e istituzionali del territorio a cui competono compiti di cura e di assistenza.



A fianco di Legacoop

Sono già due settimane che il Consorzio Metropoli grazie anche alla disponibilità della cooperativa Ulisse sta distribuendo delle mascherine che vengono donate dalla Regione Toscana alla cooperazione attraverso le centrali cooperative. Ci è venuto spontaneo di dire subito “SI, CI SIAMO!!” e due volte a settimana riceviamo migliaia di mascherine che ridistribuiamo a tutti coloro che ne hanno fatto richiesta.
E questo è stato un modo per tenersi in contatto con tutti i cooperatori di Legacoop: Sociali, Agricole, Produzione e Servizi.

Ed è stato un modo per sentirsi vicini, per confrontarci “ad un metro di distanza”, per raccontarsi cosa succede da Grosseto a Massa, passando per Siena e Firenze, arrivando a Pisa, Livorno e Arezzo.



Il lavoro della cooperazione continua

Le cooperative del Consorzio Metropoli continuano a lavorare, in tanti settori importanti: ambiente socio-sanitario, scolastico, servizi di prossimità, di sostegno per i più fragili, lavoro da remoto.
Stiamo sperimentando nuovi modi di lavorare e stiamo testando le nostre forze e le nostre fragilità.  
Da questa gravissima esperienza dovremo uscirne più maturi, rinforzati e pronti a cambiare per migliorare e crescere. Il lavoro di ricucitura sociale sarà duro e impegnativo, ma siamo pronti ad affrontare il futuro che ci aspetta con determinazione capaci di fare autocritica e con la forza della resilienza che ci caratterizza.


Come Consorzio vi chiediamo di segnalarci le vostre attività di prossimità in tempo di crisi per sentirsi più vicini, per tenersi in contatto, per raccontarci tra cooperative l’impegno che stiamo mettendo, perché riteniamo che in questo momento sia ancora più importante sentirsi uniti e noi faremo da cassa di risonanza, amplificando le vostre buone pratiche.

Scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e noi le renderemo note attraverso i nostri canali di diffusione tradizionali e raccogliendole in una prossima newsletter.

Gianni Autorino
Presidente Consorzio Metropoli


Arrivederci alla prossima newsletter